Cuori verdi d’Europa INFO

www.zielonesercaeuropy.pl

I Giorni Europei della Tradizione

Giorni Europei della Tradizione, pieni di incontri e viaggi di studio, ci hanno dato non solo la possibilità di presentare la nostra cultura ma anche di conoscere il patrimonio dei nostri partner dai Precarpazi e dalla Slovacchia. Agli eventi organizzati all'occasione dei Giorni hanno partecipato più di 900 persone.

Un evento che ha iniziato la realizzazione del progetto internazionale Cuori verdi d’Europa. La promozione dei valori culturali e turistici del Comune di Zamość era un'iniziativa Cuori verdi d’Europa. I Giorni europei della Tradizione che si è svolto nella seconda metà dell’aprile 2010. La totalità del progetto realizzato dal Comune di Zamość è cofinanziata dalle risorse del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale nel quadro del Programma Operazionale Regionale del Voivodato di Lublin per gli anni 2007 – 2013. I partner del Comune sono: Il Comune di Sárospatak (Ungheria), l’Agenzia dello Sviluppo Regionale di Poloniny (Slovacchia), Il Comune di Staffolo (Italia), e l’Associazione Polacca del Turismo (PTTK), filiale di Rzeszów (Polonia).

Nei Giorni Europei della Tradizione hanno partecipato più di 900 persone, inclusi gli ospiti dalla Slovacchia. L’iniziativa era composta tra l’altro di viaggi di studio e di incontri nella Camera Regionale di Memoria e nel Complesso di Scuole a Wysokie.
Il 23 aprile 2010 al Comune di Zamość sono arrivati i rappresentanti slovacchi con in testa Svätoslav Husťák, il direttore dell’Agenzia dello Sviluppo Regionale di Poloniny. Durante la visita i nostri ospiti hanno avuto l’opportunità di conoscere i valori turistici del Comune di Zamość e di Roztocze insieme alla tradizione dei loro abitanti. Inoltre, gli ospiti assieme alle rappresentanti dei Circoli di Padrone di casa hanno partecipato in un viaggio di studio Etnografia delle terre di Zamość e Roztocze e in una bottega d’etnografia organizzata dalla Camera Regionale di Memoria a Wysokie durante la quale si poteva conoscere, oltre alla storia della Camera e del suo arredamento, i piatti tradizionali polacchi presentati nella pellicola su mietitura preparata per l’occasione dal capovillaggio e dalle signore del Circolo di Padrone di casa che erano anche protagonisti del film. Durante l’evento non potevano mancare stornelli polacchi e slovacchi.

Dal 24 al 30 aprile ognuno ha avuto la possibilità di visitare la Camera Regionale di Memoria a Wysokie. Incontri con la cultura popolare si sono svolti sotto una parola d’ordine Come si viveva tempo fa. Ai turisti aspettava la guida dal Centro di Promozione, Turismo e Sport del Comune di Zamość insieme alle conservatrici dal Circolo. Per i gruppi organizzati si sono svolti presentazioni dell'antico arredamento, inoltre tutti hanno avuto l’opportunità di gustare il cibo regionale: nostrano pane con strutto, ravioli polacchi farciti di diversi tipi di grano, dolci. La Camera è stata visitata sia dai gruppi organizzati che dai turisti individuali.

Il 25 aprile in palestra presso il Complesso di Scuole a Wysokie si è svolto L’Incontro con la tradizione. L’aula era riempita dalle botteghe con artigianato popolare e artistico e manufatto artistico preparato dalle Signore dei Circoli di Padrone di casa di Wysokie, Bortatycze, Bortatycze Kolonia, Wysokie, Białobrzegi, Chyża, Sitaniec, Sitaniec Wolica, Mokre e Wychody. Innanzitutto, Czesława Strzałka da Białowola, Agata Piwko da Szopinka, Lila Cichosz da Bortatycze e Elżbieta Dudek da Rozdołów hanno presentato i loro manufatti. Un cubo dei quadri di Robert Gomułka, il pittore da Wysokie ha portato i partecipanti nelle zone lontane dell'universo. Durante il concerto si poteva ammirare l’Orchestra a Fiato dei Giovani Volontari Vigli del Fuoco di Białowola, il coro Sitanianie ed il complesso Wesołe Gosposie.

L’evento è stato inaugurato dal Sindaco del Comune di Zamość Ryszard Gliwiński ed il direttore dell’Agenzia dello Sviluppo Regionale di Poloniny che ha raccontato della magnifica architettura di legno di Slovacchia e della regione di Sniny e dei suoi paesaggi. L’incontro ha attratto molti ospiti che anno facilmente riempito l’aula.
Il 30 aprile il gruppo di abitanti del Comune di Zamość, tra l‘altro di Sitanie Wolica, Wysokie, Bortatycze, Bortatycze Kolonia, Wychody i Chyża ha partecipato nel viaggio di studio di due giorni intitolato La Cultura della vecchia campagna. L’itinerario del viaggio portava nel Voivodato dei Precarpazi. I partecipanti hanno visitato non solo il complesso di palazzi a Bolestraszyce, oggi l'Istituto di Fisiografia e Arboreto in cui vengono preservate 1800 specie, varietà e forme di alberi e arbusti, 1200 piante verdi e 180 piante di serra, ma anche potevano ammirare l'architettura popolare dei vecchi gruppi etnografici di Lasowiacy e di Rzeszowiacy nel Parco Etnografico a Kolbuszowa e conoscere la storia e la cultura della regione.
Un altro evento realizzato nel quadro del progetto sono Cuori verdi d’Europa. Giorni di Membri di consigli comunali I durante il quale al Comune di Zamość arriveranno le delegazioni di tutti i partner e anche numerosi complessi folk. Il programma della prossima Olimpiade Europea e del folk festival La Musica dell’Europa si trova sulla pagina 36.


Odwiedzin:
48451