Cuori verdi d’Europa INFO

www.zielonesercaeuropy.pl

Giorni Europei della tradizione II a Wysokie

Domenica l’8 maggio 2911 per la quinta volta è stato organizzato il Giorno di Museo nella Camera Regionale di Memoria a Wyso­kie. Quest’anno il Giorno è stato particolarmente solenne perché era collegato all’apertura di un nuovo edificio della Camera.

Il Giorno di Museo insieme ai Giorni della tradizione ‘Cuori verdi d’Europa. Giorni Europei della tradizione II’ che duravano dal 9 al 14 maggio erano realizzate nel quadro del progetto Cuori verdi d’Europa. La promozione dei valori culturali e turistici del Comune di Zamość. Il progetto è cofinanziato dai fonti del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale nel quadro del Programma Operazionale Regionale del Voivodato di Lublin per anni 2007–2013.

Il Giorno di Museo è cominciato dal concerto intitolato ‘Canzoni sulla città e sulle terre di Zamo­ść’ esibite da Tio di famiglia WKR Bada­ch e dal gruppo vocale ‘Came­rata Bel­fer’ da Sitaniec. Dopo il concerto, gli ospiti hanno inaugurato l’evento. Gli ospiti erano: Wanda Szpuga, preside del Circolo di Padrone di Casa di Wysokie, Wie­sław Kwoka, il capovillaggio di Wyso­kie e Consigliede del Comune di Zamość, e Ryszard Gli­wiń­ski, il sindaco del Comune di Zamość. La conservatrice, Hen­ryka Sobczuk ha presentato la storia di fondazione della Camera Regionale di Memoria.

In seguito, usando un falce è stato tagliato un nastro simbolico fatto di paglia e in questa maniera il nuovo edificio è stato aperto per visitori, ospiti e turisti. L’onore di tagliare il nastro è spettato a Ryszard Gli­wiń­ski, il sindaco del Comune di Zamość, Arka­diusz Brat­kow­ski il preside della Dieta del Voivodato di Lubelin, Bole­sław Zwo­lan parroco della parrocchia di San Bartolomeo Apostolo a Sitaniec, Jerzy Sob­czuk il vicestarosta del Distretto di Zamość, Andrzej Urbań­ski, il diretto re del Museo della città di Zamość, Wie­sław Kwoka, il consigliere del Consiglio Comunale del Comune di Zamość ed il capovillaggio di Wyso­kie, Mar­cin Sob­czuk, il preside dei Volontari Vigili del Fuoco di Wyso­kie, Wanda Szpuga, il preside dl Circolo di Padrone di Casa di Wyso­kie e Hen­ryka Sob­czuk, la conservatrice della Camera Regionale di Memoria a Wysokie.

Il muse è stato consacrato da Bole­sław Zwo­lan, il parroco della parrocchia di San Bartolomeo Apostolo di Sitaniec. Nell’aula grande della Camera  è stato presentato il film ‘Cuori verdi d’Europa. La Camera Regionale di Memoria a Wyso­kie’ , anch’esso realizzato nel quadro del progetto ‘Cuori verdi d’Europa. La promozione dei valori culturali e turistici del comune di Zamość’. Si è esibito il coro Sita­nia­nie di Sitaniec, è stato anche organizzato il concorso d’indovini durante il quale i giovani partecipanti rispondevano alle domande sull’arredamento della Camerata e del Comune di Zamość.

Durante l’incontro è stata anche organizzata una fiera di manufatto durante la quale i loro prodotti hanno presentati: Circoli di Padrone di Casa di Bia­ło­brzegi, Bor­ta­tycze, Bor­ta­tycze Kolo­nia, Chy­żna, Sitaniec e Sitaniec Wolica insieme ad artisti individuali: Elż­bieta Lesz­czyń­ska di Pło­skie, Kry­styna Pęk di Żdanówek, Halina Sowa di Wycho­dy, Agata Piwko di Szo­pinek, Joanna Zięba-Suwała di Bia­ło­pole (distretto di Chełm) e Geno­wefa Orchow­ska di Bor­ta­tycze Kolo­nia. Durante la fiera si sono mostrati tanti prodotti artistici tra i quali: decorazioni di carta velina, prodotti di cera, angeli, galli fatti all’uncinetto e tanti altri.

Nell’edificio della Camera è stata organizzata una mostra degli artigiani del Comune di Sanok, presentando tra l’altro tovaglie ricamate e fiori di carta velina, icone da Bieszczady e  costume popolare di Rzeszów fatto interamente da carta velina.

Dal 9 al 14 maggio nella Camera Regionale di Memoria sono stati organizzati Giorni della Tradizione durante i quali si poteva gratuitamente visitare la Camera, guardare il film ‘Cuori Verdi d’Europa; Camera Regionale di Memoria a Wyso­kie’ e una presentazione di utilizzo dell’arredamento antico preparata dalle signore del Circolo di Padrone di Casa di Wyso­kie, ed anche partecipare al concorso sulla Camera e sull’antica vita in campagna di Zamość e gustare delle paste tradizionali. La Camera è stata visitata sia dai visitatori individuali che dai gruppi organizzati. Insieme, dall’8 al 14 maggio la Camera è stata visitata da oltre 800 persone.

La Camera Regionale di Memoria è stata creata il 12 novembre 2005 grazie all’iniziativa di membri del Circolo di Padrone di Casa. L’idea è nata dall’iniziativa di Wanda Szpuga, la preside del Circolo. Come la prima sede è stata scelta una case degli anni 30 del novecento, a suo tempo il centro di cultura di Wyso­kie e luogo di incontri ed adesso camera della guardia. L’idea ha suscitato l’approvazione sia delle signore del Circolo che degli abitanti di Wyso­kie. I primi arredamenti sono stati raccolti nel corso del 2005 pian piano riempiendo le due aule della casa. L’arredamento è arrivato da Wyso­kie ed altri tra decine di località del Comune di Zamość, delle terre di Zamość e di Roztocze. L’arredamento più vecchio è macina a mano utilizzata ancora prima della Prima Guerra Mondiale, comunque si è riusciti a raccogliere anche gramole, spazzole di lavorazione del lino, grattugia da fare il lavaggio, mangano a mano, zangole, e tanti altri arredamenti delle case coperte di paglia. Le signore hanno trovato tanto supporto nell’organizzazione del ‘museo di campagna’, le hanno aiutato loro mariti e figli – volontari Vigili del Fuoco di Wyso­kie ed il capovillaggio. Grazie al loro aiuto sono stati rinnovati molti arredamenti.

Dal 2006 nella Camera si organizzano Giorni di Museo, dal 2007 Giorni della Tradizione durante i quali vengono organizzate delle visite guidate per i turisti, si insegna l’uso dell’antico arredamento, si gustano dei salumi. Le signore non fanna nessuna pausa durante il periodo estivo, ospitando nella camera delle escursioni di bambini e giovani del Comune di Zamość. Dalla sua fondazione, la Camera è stata visitata da parecchi mila di persone.

Quando il numero di arredementi antichi ha oltrepassato 200, le signore hanno cominciato a sognare un nuovo edificio per poter esibire tutta la raccolta in continua crescita. Adesso le signore sanno che se si crede fortemente, i sogni si realizzano. Il 5 maggio 2008 il Comune di Zamość ha iniziato dei lavori sul progetto ‘Costruzione e arredamento della Camera Regionale di Memoria a Wyso­kie, l’edificio di turismo e tradizione di campagna.’ Il 25 marzo 2009 ha posto una domanda di cofinanziare della sua realizzazione nel quadro del Programma di Sviluppo di Campagna per gli anni 2007 – 2013, attività ‘Restauro e Sviluppo della Campagna’ e il 18 luglio dello stesso anno Ryszard Gli­wiń­ski, il sindaco del Comune di Zamość ha firmato il contratto con Consiglio Comunale del Voivodato di Lublin in cui si predisponeva una somma del cofinanziamento dell’UE ammontante a 500 000,00 zł.

Il successo è stato sigillato il 17 novembre 2010 quando è stato finito il nuovo edificio della Camera Regionale di Memoria di Wyso­kie. L’intera quota dell’attività ammontava ad oltre 960.000,00 zł, da cui il 51,7 % consistevano dai fonti dell’UE.

L’8 maggio il nuovo l’edificio della Camera regionale di Memoria a Wysokie è stato ufficialmente aperto. Il Circolo di Padrone di Casa di Wysokie ed il Comune di Zamość invitano cordialmente sia turisti individuali che gruppi organizzati a visitarlo. Si può iscrivere a visitare la Camera alla conservatrice della Camera sotto il numero 84 61 66 350 oppure nel Centro di Promozione, Turismo e Sport, ul. Peowia­ków 92, 22–400 Zamość, telefono: 84 627 00 83.

Alek­san­dra Siołek


Odwiedzin:
48451